Riapertura delle attività commerciali e rispetto del distanziamento sociale: sintesi delle misure obbligatorie e misure raccomandate

17 aprile 2020

Per gli esercizi commerciali la cui attività non è sospesa, il DPCM del 10 aprile 2020 obbliga ad assicurare, oltre alla distanza interpersonale di un metro, che gli  ingressi  avvengano  in modo dilazionato e che venga  impedito  di  sostare  all'interno  dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni. 

Raccomanda inoltre l'applicazione delle seguenti misure:

1.  Mantenimento  in  tutte  le  attività  e  le  loro  fasi   del distanziamento interpersonale.    

2. Garanzia di pulizia e igiene ambientale con frequenza almeno due volte al giorno ed in funzione dell'orario di apertura.    

3. Garanzia di adeguata aerazione naturale e ricambio d'aria.    

4.  Ampia  disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani. In particolare, detti sistemi devono  essere disponibili accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento.    

5. Utilizzo di mascherine nei luoghi o ambienti chiusi  e comunque in tutte le possibili  fasi  lavorative  laddove  non  sia  possibile garantire il distanziamento interpersonale.    

6. Uso dei guanti  "usa  e  getta"  nelle  attività  di  acquisto, particolarmente per l'acquisto di alimenti e bevande.    

7.  Accessi  regolamentati  e  scaglionati  secondo le seguenti modalità:      

  • attraverso ampliamenti delle fasce orarie;      

  • per locali fino a quaranta metri quadrati  può  accedere  una persona alla volta, oltre a un massimo di due operatori;      

  • per locali di  dimensioni  superiori  a  quelle  di  cui  alla lettera b),  l'accesso  è  regolamentato  in funzione  degli  spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di  entrata  e di uscita.    

8. Informazione per garantire  il  distanziamento  dei  clienti  in attesa di entrata. 

Lo Studio resta a disposizione per eventuali chiarimenti.

Archivio news

 

News dello studio

mag29

29/05/2020

Decreto Rilancio: contributo a fondo perduto commisurato al calo di fatturato

Decreto Rilancio: contributo a fondo perduto commisurato al calo di fatturato

Il D.L. 34/2020 - Decreto Rilancio, prevede all'art. 25 una misura di sosteno a favore dei soggetti colpiti dall'emergenza epimediomologica "Covid-19", consistente in un contributo a fondo perduto commisurato

mag29

29/05/2020

Pacchetto turismo: contributi a fondo perduto per le pmi lucane

Pacchetto turismo: contributi a fondo perduto per le pmi lucane

La regione Basilicata ha stanziato 23 milioni di euro per attivare una misura straordinaria di sostegno finanziario finalizzata a sostenere il settore turistico lucano ed in particolare strutture ricettive,

mag29

29/05/2020

Contributi a fondo perduto per le microimprese lucane

Contributi a fondo perduto per le microimprese lucane

La regione Basilicata ha stanziato 30 milioni di euro per attivare una misura straordinaria di sostegno finanziario finalizzata a sostenere le piccole realtà produttive regionali. L’Avviso

mag4

04/05/2020

Bando Invitalia

Bando Invitalia "Impresa SIcura": incentivi alle imprese per l’acquisto dei DPI (Dispositivi di protezione individuale)

Impresa SIcura è l’intervento previsto dal decreto Cura Italia (DL 18/2020, articolo 43, comma 1) che punta a sostenere la continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle

News

giu1

01/06/2020

Lo sconto IRAP di giugno fa il pieno di dubbi (di incostituzionalità) e ingiustizie

Lo sconto IRAP previsto dal decreto Rilancio

giu1

01/06/2020

Covid-19: quali impatti sulla gestione contributiva dei lavoratori espatriati

Le limitazioni allo spostamento imposte

giu1

01/06/2020

Contributo a fondo perduto: ricavi e fatturato sono i parametri da monitorare

Per poter accedere al contributo a fondo