Resto al Sud: pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto concernente la misura incentivante

12 dicembre 2017

In sintesi il nuovo programma di agevolazioni, “Resto al Sud”, dedicato ai giovani under 36 residenti nelle regioni del Mezzogiorno gestito da Invitalia


Soggetti beneficiari

Possono partecipare i giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni di età che, al momento della presentazione della domanda:

  1. Siano residenti o trasferiscano la residenza entro 60 giorni dall’accoglimento della domanda in una delle seguenti Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia;
  2. non abbiano un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento
  3. non siano già titolari di altra attività di impresa in esercizio prima della data del 21 giugno 2017
  4. Non risultino beneficiari, nell’ultimo triennio, di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell’autoimprenditorialità.

 

Agevolazione

-          L’agevolazione massima concedibile è fissata in € 50.000,00 di cui il 35% a fondo perduto ed il restante 65% con finanziamento bancario a tasso zero.

-          In caso di società, già costituite o da costituire, l’importo massimo del finanziamento è pari ad € 50.000,00 per ciascun socio avente i requisiti sopra evidenziati, fino ad un massimo di € 200.000,00.


Forma giuridica ammessa

Sono ammissibili le seguenti forme giuridiche:

-          Impresa individuale;

-          Società (incluse le cooperative). 


Settori ammessi

Possono partecipare le attività riferite a:

-          Produzione di beni nel settore dell’artigianato, agricolo e industria;

-          Fornitura di servizi

Sono escluse le attività commerciali e quelle libero professionali.


Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese funzionali alla realizzazione del progetto di investimento e rientranti nelle seguenti categorie:

-          Opere edili relative a interventi di ristrutturazione e/o manutenzione straordinaria nel limite del 30% del programma di spesa;

-          Macchinari, impianti e attrezzature nuove di fabbrica;

-          Programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della telecomunicazione;

-          Spese relative al capitale circolante nel limite del 20% del programma di spesa, quali: materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti, utenze, canoni di locazione per immobili, spese per l’acquisizione di garanzie assicurative funzionali all’attività esercitata.


Modalità di erogazione

L’erogazione del contributo a fondo perduto avviene su richiesta del soggetto beneficiario.

Le modalità sono sostanzialmente due:

-          In un’unica soluzione a saldo;

-          Mediante stati di avanzamento lavori (SAL) in numero non superiore a 2.

Il primo SAL dovrà riguardare almeno il 50% del programma di spesa e potrà essere richiesto mediante la presentazione di fatture anche non quietanzate.

Lo Studio Genus è a disposizione per informazioni ed aiuto alla predisposizione delle richieste di agevolazioni.

 


 

Di seguito due link di interesse

Invitalia
Decreto

Archivio news

 

News dello studio

mar27

27/03/2018

Sgravi assunzioni 2018 - SLIDE

Pubblichiamo le slide riepilogative sulle circolari Inps nn. 40, 48 e 49 del 2018 relative agli sgravi per le assunzioni effettuate a partire dal 01/01/2018.In particolare, con la circolare n. 40 l'Inps

feb28

28/02/2018

Credito d’imposta per investimenti pubblicitari: agevolazioni fino al 90%

Credito d’imposta per investimenti pubblicitari: agevolazioni fino al 90%

Chi può partecipare L’art. 57-bis del D.L. 50/2017 convertito con modificazioni dalla L.96/2017 ha introdotto un credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali programmati

feb5

05/02/2018

Avviso INAIL ISI 2017: contributo a fondo perduto fino al 65%

Avviso INAIL ISI 2017: contributo a fondo perduto fino al 65%

Obiettivi L'Avviso ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento “documentato” dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro. A partire dal 19

gen26

26/01/2018

Sgravi contributivi per le nuove assunzioni 2018

Ai datori di lavoro privati che dal 1º gennaio 2018 assumono lavoratori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, è riconosciuto, per un periodo massimo di 36 mesi, l’esonero

News

apr19

19/04/2018

Convenzione ODCEC Milano-CBE: per i commercialisti più facile accedere ai bandi UE

L’ODCEC di Milano ha stipulato una Convenzione

apr19

19/04/2018

La dichiarazione IVA 2018 fa spazio alla nuova detrazione IVA

Nella dichiarazione IVA 2018 trovano spazio

apr19

19/04/2018

Abbonamenti trasporto pubblico: detrazione IRPEF e detassazione, a quali condizioni?

L’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico

apr19

19/04/2018

Terzo settore: chiariti i dubbi operativi sulla disciplina fiscale transitoria

Con il documento di ricerca “La riforma