Resto al Sud: da 50.000 a 200.000 euro per l’avvio di nuove attività imprenditoriali

12 giugno 2018

Resto al Sud è l’incentivo dedicato alle nuove attività imprenditoriali proposte da giovani under 36, residenti o che intendano trasferirsi nelle Regioni del Mezzogiorno.

La misura è gestita da Invitalia S.p.A., Agenzia del Ministero dello Sviluppo Economico, secondo la procedura “a sportello”, ovvero le domande saranno registrate e valutate in base all’ordine cronologico di presentazione; le risorse saranno quindi assegnate ai progetti valutati positivamente sulla base dell’ordine cronologico di presentazione e fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Le caratteristiche dell’Avviso sono le seguenti:

 

Facciamo un esempio:

Immaginiamo un progetto proposto da te e un altro giovane: se entrambi avete i requisiti sarà possibile richiedere fino a 100.000 euro. Invitalia eroga il 35% dell’importo complessivo delle spese ammesse (35.000 euro) a fondo perduto. La banca alla quale ci si rivolge eroga il restante 65% (65.000 euro) con un finanziamento da restituire entro 8 anni e gli interessi sono a carico di Invitalia. In altre parole il prestito è A TASSO ZERO! Inoltre lo Stato tramite il Fondo Centrale di Garanzia per le PMI garantisce fino a 52.000 euro del finanziamento bancario.

Vuoi cogliere questa opportunità?

Manda una e-mail al seguente indirizzo iacovino@genusweb.it indicando:

-          Proprie generalità e recapiti telefonici;

-          Regione di residenza e localizzazione dell'investimento;

-          Curriculum vitae aggiornato;

-          Breve descrizione dell'attività che si intende avviare;

-          Preventivi dettagliati (se già in possesso).

Lo Studio Genus ti ricontatterà per fornirti tutte le informazioni di dettaglio e garantirti l’assistenza necessaria per la presentazione della domanda di agevolazione.

 

Archivio news

 

News dello studio

ott22

22/10/2018

Contributi a fondo perduto per imprese artigiane e di commercio al dettaglio: domande fino al 15/11/2018

La Regione Basilicata con le Determine Dirigenziali 15AN.2018/D.01693  e 15AN.2018/D.01698 del 18/10/2018 ha prorogato i termini per la presentazione delle domande di partecipazione agli Avvisi

lug23

23/07/2018

Contributi a fondo perduto per le imprese commerciali lucane

Contributi a fondo perduto per le imprese commerciali lucane

La Regione Basilicata ha stanziato 3,5 milioni di euro sull’Avviso Pubblico “La piccola distribuzione in marcia verso l’innovazione”, prevedendo la concessione di contributi in

lug23

23/07/2018

Contributi a fondo perduto per le imprese artigiane lucane

Contributi a fondo perduto per le imprese artigiane lucane

La Regione Basilicata ha stanziato 3,5 milioni di euro sull’Avviso Pubblico “Impresa artigiana innovativa” prevedendo la concessione di contributi in c/impianti e in c/gestione fino

giu28

28/06/2018

Fattura elettronica carburanti: si rimanda al 1° gennaio 2019

Fattura elettronica carburanti: si rimanda al 1° gennaio 2019

Il decreto legge “leggero” approvato ieri ha disposto lo slittamento dell’obbligo di emissione della fattura elettronica nella cessione di carburanti al 1° gennaio prossimo. Ciò

News

dic10

10/12/2018

Italy implements EU Anti-Tax-Avoidance Directives. What are the new rules?

The Italian Government issued Legislative

dic10

10/12/2018

Perdite IRPEF: nuova disciplina per le imprese con effetto dal 2018

La legge di Bilancio 2019 prevede sostanziali

dic10

10/12/2018

Legge di Bilancio 2019: le novità in materia di lavoro e pensioni

La legge di Bilancio 2019 si appresta

dic10

10/12/2018

Sport bonus: pubblicato l'elenco dei beneficiari

Pubblicato l’elenco dei soggetti, identificati