Procedura semplificata per le richieste dell’indennizzo di 600 €

27 marzo 2020

La richiesta del contributo avverrà mediante presentazione di una apposita domanda, previo accesso al sito dell’INPS.

Come si presenta la domanda

L’accesso ai servizi online dell’INPS può avvenire con:

  • PIN dispositivo rilasciato dall’Inps;

  • SPID di livello 2 o superiore;

  • Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE);

  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

 

Chi ha già le credenziali

Chi è in possesso di una qualsiasi delle elencate credenziali, potrà utilizzarle anche per l’inoltro dell’indennizzo.

 

Chi non ha queste credenziali, come può presentare la domanda? Ecco la semplificazione

La modalità semplificata consente ai cittadini di compilare e inviare le specifiche domande di servizio, previo inserimento della sola prima parte del PIN, ricevuto via SMS o e-mail.

La richiesta del PIN può essere effettuata attraverso i seguenti canali:

  • Sito internet www.inps.it, utilizzando il servizio “Richiesta PIN”;

  • Contact Center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa), oppure 06 164164 (a pagamento da rete mobile).

Una volta ricevute (via SMS o e-mail) le prime otto cifre del PIN, il cittadino le può immediatamente utilizzare in fase di autenticazione per la compilazione e l’invio della domanda on line.

Qualora il cittadino non riceva, entro 12 ore dalla richiesta, la prima parte del PIN (quella di 8 cifre), è invitato a chiamare il Contact Center per la validazione della richiesta.

 

Per quali altre prestazioni è possibile usufruire della semplificazione?

L’accesso ai servizi sul portale istituzionale è consentito in modalità semplificata con esclusivo riferimento alle seguenti domande di prestazione per emergenza Coronavirus di cui al D.L. n. 18/2020:

  • indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa;

  • indennità lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’AGO;

  • indennità lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali;

  • indennità lavoratori del settore agricolo;

  • indennità lavoratori dello spettacolo;

  • bonus per i servizi di baby-sitting.

 

Novità: indennizzo di 600 euro anche per i soci di società di persone o di capitali

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha fornito un ulteriore importante chiarimento.

I soci di società di persone (SNC, SAS) o di capitali (SRL) che per obbligo di legge devono iscriversi alle gestioni speciali dell’Ago (per es. Artigiani e Commercianti sono tra i destinatari dell’indennità di 600 euro.

Questa indennità è personale e non attribuibile alla società in quanto tale.

 Il diritto a fare domanda si estende quindi anche ai soci di Srl o Snc/Sas iscritti alle Gestioni speciali dell’Ago per via di un obbligo legislativo.

Lo Studio Genus è a disposizione per ulteriori informazioni e chiarimenti.

Archivio news

 

News dello studio

mag29

29/05/2020

Decreto Rilancio: contributo a fondo perduto commisurato al calo di fatturato

Decreto Rilancio: contributo a fondo perduto commisurato al calo di fatturato

Il D.L. 34/2020 - Decreto Rilancio, prevede all'art. 25 una misura di sosteno a favore dei soggetti colpiti dall'emergenza epimediomologica "Covid-19", consistente in un contributo a fondo perduto commisurato

mag29

29/05/2020

Pacchetto turismo: contributi a fondo perduto per le pmi lucane

Pacchetto turismo: contributi a fondo perduto per le pmi lucane

La regione Basilicata ha stanziato 23 milioni di euro per attivare una misura straordinaria di sostegno finanziario finalizzata a sostenere il settore turistico lucano ed in particolare strutture ricettive,

mag29

29/05/2020

Contributi a fondo perduto per le microimprese lucane

Contributi a fondo perduto per le microimprese lucane

La regione Basilicata ha stanziato 30 milioni di euro per attivare una misura straordinaria di sostegno finanziario finalizzata a sostenere le piccole realtà produttive regionali. L’Avviso

mag4

04/05/2020

Bando Invitalia

Bando Invitalia "Impresa SIcura": incentivi alle imprese per l’acquisto dei DPI (Dispositivi di protezione individuale)

Impresa SIcura è l’intervento previsto dal decreto Cura Italia (DL 18/2020, articolo 43, comma 1) che punta a sostenere la continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle

News

giu1

01/06/2020

Lo sconto IRAP di giugno fa il pieno di dubbi (di incostituzionalità) e ingiustizie

Lo sconto IRAP previsto dal decreto Rilancio

giu1

01/06/2020

Covid-19: quali impatti sulla gestione contributiva dei lavoratori espatriati

Le limitazioni allo spostamento imposte

giu1

01/06/2020

Contributo a fondo perduto: ricavi e fatturato sono i parametri da monitorare

Per poter accedere al contributo a fondo