Contributi a fondo perduto per l’adozione di “tecnologie digitali 4.0”

07 maggio 2019

La Camera di Commercio della Basilicata, nell’ambito del progetto “P.I.D. – Punto Impresa Digitale” ha emanato il “Bando PID 2019 – Voucher Digitali I4.0” per la promozione e la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle MPMI (Micro, Piccole e Medie Imprese) di tutti i settori economici. La dotazione finanziaria è di complessivi Euro 150.000,00.

 

Finalità del Bando

- sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti in grado di mettere in luce i vantaggi ottenibili attraverso il nuovo paradigma tecnologico produttivo;

- promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0;

- stimolare la domanda da parte delle MPMI del territorio della Camera di Commercio, di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I4.0

 

Chi può partecipare

Possono partecipare le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori che hanno la sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della C.C.I.A.A. della Basilicata e che siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese.

 

Tipologie di attività ammissibili

Il bando si suddivide in 2 misure:

Misura A – Progetti condivisi da più imprese (da 3 a 5 imprese);

Misura B – Progetti presentati da singole imprese.

In ogni caso le iniziative devono essere rivolte all’adozione di misure di innovazione tecnologica I4.0.

 

Quali sono le tecnologie I4.0

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale presi a riferimento dal Bando, sono quelli individuati negli Allegati alla L. n. 232 del 11/12/2016 e ss.mm.ii.:

- Allegato A;

- Allegato B.

Nello specifico:

Elenco 1

- soluzioni per la manifattura avanzata;

- manifattura additiva (stampa 3D);

- soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell’ambiente reale e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

- simulazione;

- integrazione verticale e orizzontale;

- Industrial Internet e IoT;

- cloud;

- cybersicurezza e business continuity;

- big data e analytics;

- soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);

- software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio.

 

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente elenco 1

- sistemi di e-commerce;

- sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

- sistemi EDI, electronic data interchange;

- geolocalizzazione;

- tecnologie per l’in-store customer experience;

- system integration applicata all’automazione dei processi.

 

Tipologie di spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 01/01/2019 fino al 120° giorno successivo alla data della determina di approvazione delle graduatorie delle domande ammesse a contributo, ed in particolare le spese sostenute per:

  1. acquisto di servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle di cui all’elenco 1 ed elenco 2;

  2. acquisto di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui agli elenchi 1 e 2.

Le spese di cui al punto 1 dovranno essere pari almeno al 50% del totale delle spese ammissibili mentre quelle di cui al punto 2 non superiori al 50% del totale ammissibile.

In fase di presentazione della domanda dovrà essere specificato, per ogni spesa, il riferimento all’ambito tecnologico di riferimento (Elenco 1 e/o Elenco 2).

 

Importo del progetto ed ammontare del contributo

Il contributo è in regime “de minimis” e sarà erogato sotto forma di voucher (a fondo perduto) per una intensità massima di aiuto pari al 70% delle spese ammissibili e comunque per un importo non superiore ad Euro 10.000,00.

L’importo minimo dei progetti è di Euro 5.000,00.

 

Come viene erogato il contributo

Il contributo verrà erogato in un’unica soluzione A SALDO previa rendicontazione dell’intero progetto.

 

Presentazione delle istanze

Le istanze di partecipazione potranno essere inviate fino al 15/07/2019 mediante procedura telematica “Telemaco” http://webtelemaco.infocamere.it/newt/public.htm .

Per i progetti presentati sulla “Misura A” è prevista una procedura valutativa a graduatoria mentre per la “Misura B” la procedura è a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione.

 

Lo Studio Genus è a disposizione per informazioni ed aiuto alla predisposizione delle richieste di agevolazioni.

 

 

Archivio news

 

News dello studio

feb21

21/02/2020

Bonus assunzioni 2020: arriva "IO Lavoro"

Con il decreto n. 52/2020 al via IO Lavoro “IncentivO Lavoro” istituito dall'ANPAL, con gestione affidata all'INPS. IO Lavoro può essere chiesto dalle aziende che assumono nuovo personale

feb21

21/02/2020

Bonus facciate 2020: detrazione del 90%

Bonus facciate 2020: detrazione del 90%

La Legge di Bilancio 2020 (L. 160/2019) ha introdotto una nuova agevolazione consistente in una detrazione dall’imposta lorda (questo è il “bonus”) pari al 90% delle spese sostenute

feb18

18/02/2020

Credito d’imposta per beni strumentali generici “ex super-ammortamento” (L. 160/2019, art. 1, commi 184-197)

La Legge di Bilancio 2020 (L. 160/2019) ha riscritto radicalmente la disciplina riguardante le agevolazioni per l’acquisto di beni strumentali rientranti nell’attività di impresa e

feb13

13/02/2020

Bando INAIL ISI 2019: pubblicate le date che condurranno al click day!

L'INAIL ha reso disponibile il calendario che cadenza gli step da seguire per inoltrare la domanda di agevolazione per la realizzazione di progetti di investimento volti al miglioramento documentato

News

feb22

22/02/2020

Riforma fiscale: si può evitare una “riformicchia”

La riforma tributaria dovrebbe garantire

feb22

22/02/2020

La formazione continua finanziata e il cortocircuito europeo. Come uscirne?

Promuovere le attività di formazione rivolte

feb21

21/02/2020

UE, mobilità green? Servono 3 milioni di colonnine pubbliche entro il 2030

A fine 2019 si contavano circa 185 mila