Comune di Viggiano: Bando "Start-up Innovative"

23 settembre 2019

Il Comune di Viggiano (PZ) ha emanato il nuovo bando “Start-up innovative” con una dotazione finanziaria pari ad € 100.000,00.

 

OBIETTIVI

Gli obiettivi del presente bando sono il rafforzamento della competitività e dell’innovazione del sistema produttivo locale, con l’impegno a sostenere le spese di investimento per l’avvio o il consolidamento di nuove imprese ad elevato contenuto tecnologico o innovativo.

 

CHI PUÒ PARTECIPARE

I requisiti per la partecipazione sono riferiti ai soci nonché alla società stessa.

I soci

In particolare possono presentare istanza di agevolazione gli imprenditori o aspiranti imprenditori in possesso dei seguenti requisiti:

- avere una età inferiore o uguale a 40 anni;

- essere residenti a Viggiano da almeno 3 anni;

- non essere già titolari di altra impresa.

In caso di pluralità di soci, i predetti requisiti dovranno essere posseduti dai 2/3 della compagine sociale e nessuno dei soci dovrà essere titolare di un’altra impresa.

Le società

Le imprese devono o dovranno avere sede legale e operativa nel comune di Viggiano (PZ) ed essere iscritte nella sezione speciale “start-up innovative” del Registro delle Imprese così come previsto dalla L. 221/2012 e L. 33/2015.

 

TIPOLOGIE DI ATTIVITÀ AMMISSIBILI

I progetti di investimento dovranno avere come finalità quella di supportare lo sviluppo di prodotti e servizi complementari, funzionali alla valorizzazione dei beni del patrimonio culturale e naturale del Comune di Viggiano, in modo da attrarre e/o incrementare flussi turistici e conseguentemente determinare impatti positivi, diretti ed indiretti, sul sistema socio-economico di riferimento. Si considerano ammissibili i progetti di investimento non inferiori ad € 50.000,00. I progetti dovranno rientrare, a titolo esemplificativo, nelle categorie elencate all’art. 2 dell’Avviso (clicca sul link).

 

COSA È POSSIBILE ACQUISTARE

Le spese ammissibili sono quelle sostenute dopo la presentazione dell’istanza di agevolazione, riferite alle seguenti tipologie:

A.  “spese generali” nel limite del 10% del programma di investimento ammissibile

a.1) consulenze finalizzate alla presentazione della domanda di agevolazione;

a.2) spese legale e notarili, amministrative e di consulenza direttamente connesse alla costituzione dell’impresa;

a.3) spese per garanzie fidejussorie prestate da soggetti abilitati a copertura dell’erogazione concessa con il presente avviso a titolo di anticipazione;

B. spese connesse all’investimento materiale

b.1) acquisto di beni strumentali nuovi, quali attrezzature, hardware, macchinari, impianti specifici strettamente connessi all’attività candidata, arredi, video e filmati promozionali ecc.

C. spese connesse all’investimento immateriale

c.1) programmi informatici, portali web, sistemi di web-marketing, brevetti, certificazioni, consulenze specialistiche finalizzate alla realizzazione dell’intervento, banche dati, realizzazione del brand e/o del marchio, acquisto e/o sviluppo di piattaforme;

c.2) partecipazione a fiere ed eventi strettamente collegate all’attività

D. spese di gestione: solo per le imprese costituite da meno di 12 mesi e nel limite massimo del 25% dell’investimento ammissibile ad agevolazione.

d.1) spese per il personale contrattualizzato secondo il D.L. 179/2012, retribuzione dei lavoratori assunti in una start-up;

d.2) spese relative alle utenze e alla locazione;

d.3) spese di promozione e pubblicità;

d.4) spese per materie prime, semilavorati e consumo.

I pagamenti dei titoli di spesa devono essere effettuati esclusivamente mediante bonifico bancario o postale, assegno con estratto del conto corrente, vaglia, con addebito su un conto corrente dedicato alle transazioni del progetto finanziato, anche in via non esclusiva (Art. 3 della L. 136/2010) indicando gli estremi della fattura (n. xxx del gg/mm/aaaa) ed il codice unico di progetto (CUP).

 

FORMA ED INTENSITA’ DEL CONTRIBUTO

L’agevolazione prevista nel presente Bando consiste in un contributo in conto capitale (a fondo perduto), corrispondente al 65% della spesa ritenuta ammissibile. Il contributo concedibile non potrà, in ogni caso, superare l’importo di seguito indicato: Euro 50.000,00.

 

MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

Il contributo potrà essere erogato, previa esplicata richiesta da parte del beneficiario, mediante una anticipazione del 50% del contributo assentito ovvero mediante presentazione di S.A.L. in numero non superiore a 3.

 

TEMPISTICHE E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE

Il presente avviso è a sportello, le domande potranno essere inviate in busta chiusa, a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, al seguente indirizzo: Comune di Viggiano - Sportello per lo sviluppo - Via Roma, n. 51 - 85059 Viggiano (PZ), oppure potrà essere consegnata direttamente, nei giorni e negli orari di ricevimento del pubblico (lunedì-venerdì ore 8,30-13,15), all’Ufficio Protocollo del Comune di Viggiano (per le domande presentate a mano è necessario allegare, fuori dalla busta, una copia della domanda di ammissione che sarà datata e timbrata dall’ufficio ricevente e restituita al richiedente come ricevuta dell’avvenuta consegna). In entrambi i casi, sulla busta dovrà essere riportata in modo chiaro ed inequivocabile la seguente dicitura: “Bando Viggiano START-UP innovative”.

Per info chiamare allo 0975 354466 o scrivere una e-mail al seguente indirizzo costantino@genusweb.it o iacovino@genusweb.it 

 

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità visita la sezione News del nostro sito www.studiogenus.it

 

Archivio news

 

News dello studio

giu12

12/06/2020

Decreto Rilancio: contributo a fondo perduto commisurato al calo di fatturato

Decreto Rilancio: contributo a fondo perduto commisurato al calo di fatturato

Il D.L. 34/2020 - Decreto Rilancio, prevede all'art. 25 una misura di sosteno a favore dei soggetti colpiti dall'emergenza epimediomologica "Covid-19", consistente in un contributo a fondo perduto commisurato

giu11

11/06/2020

Credito d’imposta locazioni al 60%  (art. 28 del D.L. 34/2020 - “Rilancio”)

Credito d’imposta locazioni al 60% (art. 28 del D.L. 34/2020 - “Rilancio”)

Tra le misure adottate dal decreto “Rilancio”, decreto legge n. 34/2020, introdotte per mitigare gli effetti negativi derivanti dall’adozione delle misure connesse all’emergenza

giu8

08/06/2020

Conversione in legge del Decreto Liquidità: tra le novità, l'innalzamento sino a 30 mila euro del limite per i prestiti garantiti

Conversione in legge del Decreto Liquidità: tra le novità, l'innalzamento sino a 30 mila euro del limite per i prestiti garantiti

Da ieri 07/06 è in vigore la legge di conversione del Decreto Liquidità, Legge 5 giugno 2020 n. 40. Quattro le principali novità: 1) la durata massima del finanziamento è

mag29

29/05/2020

Pacchetto turismo: contributi a fondo perduto per le pmi lucane

Pacchetto turismo: contributi a fondo perduto per le pmi lucane

La regione Basilicata ha stanziato 23 milioni di euro per attivare una misura straordinaria di sostegno finanziario finalizzata a sostenere il settore turistico lucano ed in particolare strutture ricettive,

News

lug24

24/07/2020

Partono le verifiche per i contributi a fondo perduto

I contributi a fondo perduto sono stati

lug23

23/07/2020

IVA cessione bovini e suini: percentuali di compensazione invariate

Con D.M. 5 giugno 2020, il Ministero dell'Economia

lug27

27/07/2020

Relaunch Decree: automatic extension for fixed-term contracts

On 18 July 2020, the law converting the

giu26

26/06/2020

“Garanzia Italia”: al via l'operatività per il factoring

Sace e Assifact, l’Associazione Italiana